"THE DRY TECHNOLOGY" E’ LA RISPOSTA DI LB ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

"THE DRY TECHNOLOGY" E’ LA RISPOSTA DI LB ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Dopo il simposio di Rio Claro (Brasile) organizzato a marzo in occasione dell’ultimo Revestir, LB ha tenuto altri due importanti workshop, nel mese di maggio, in India e in Cina. Queste attività di informazione e formazione sono ritenute strategiche dal gruppo, proprio per diffondere a livello internazionale, le novità e i vantaggi delle tecnologie LB destinate al mondo ceramico. Questi momenti di condivisione hanno permesso altresì, in questa prima parte dell’anno, di tracciare un bilancio fortemente positivo quanto al grande interesse che le tecnologie a secco di LB riscuotono in varie aree del mondo.
Parlare di “tecnologia a secco” in LB significa andare indietro nel tempo fino al 1999, quando l’azienda  inventa EASY COLOR, la tecnologia per colorare gli impasti ceramici in continuo e per via secca che rivoluziona i layout produttivi dell’industria ceramica e apre, di fatto, la nuova era del gres porcellanato tecnico. EASY COLOR SYSTEM è un brevetto LB che ha permesso una drastica riduzione dei costi di produzione, una perfetta colorazione del granulo e una maggiore flessibilità produttiva, portando a una rapida affermazione di questa nuova tecnologia in tutto il mondo.
Già allora, grazie a questa innovazione di processo, LB stravolse i layout produttivi per generare una serie di vantaggi tutt’ora apprezzabili: drastica riduzione degli spazi, incremento di produttività, eliminazione degli sprechi di materiale, minori consumi energetici.
Vi è poi un altro parametro che nella valutazione dell’efficienza delle tecnologie a secco come EASY COLOR è da considerare, ed è il ROI (Return on Investment). Si tratta di un vantaggio di tipo economico che oggi, in particolar modo, influenza le scelte di investimento dei produttori. In questo ambito LB evidenzia un ROI inferiore ai 12 mesi per la produzione di gres porcellanato smaltato e inferiore agli 8 mesi per il tecnico.
L’altra tappa storica all’insegna della filosofia LB “The DRY Tecnology” ci porta a MIGRATECH, una vera rivoluzione nella preparazione a secco degli impasti ceramici. Quarant’anni di ricerca tecnologica hanno dato un notevole impulso al sistema di macinazione degli impasti per via secca, tradizionalmente effettuata con mulini pendolari, portando alla progettazione di sistemi di macinazione più efficaci, attraverso l’adozione del mulino verticale a rulli MRV, che ha successivamente portato all’innovativa tecnologia MIGRATECH. I vantaggi più evidenti rispetto alla macinazione ad umido sono: una sensibile riduzione dei consumi energetici, l’eliminazione dei costi di deflocculanti e additivi, minori costi di manutenzione dell’impianto e minor impatto ambientale (riduzione delle emissioni di CO2 e minor consumo d’acqua).
A titolo esemplificativo il risparmio energetico per la produzione di monocotture rosse è mediamente stabilizzato su questi valori: -74% di gas, -80% di acqua, -74% di CO2, -53% di energia elettrica impiegata. Anche in questo caso è interessante sottolineare un ROI medio di 18 mesi.