GLI AZIONISTI DI SERMAT NOMINANO PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO, L’ING. GIANNI DINI, PER UN RILANCIO DELLE ATTIVITÀ DI RICONDIZIONAMENTO DI IMPIANTI PER LA CERAMICA.

GLI AZIONISTI DI SERMAT NOMINANO PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO, L’ING. GIANNI DINI, PER UN RILANCIO DELLE ATTIVITÀ DI RICONDIZIONAMENTO DI IMPIANTI PER LA CERAMICA.

L’avvicendamento ai vertici di Sermat avviene nel 2020, anno in cui l’azienda raggiunge l’importante traguardo dei quarant’anni di attività nella progettazione e realizzazione di  macchine e impianti per processi di trattamento delle materie prime sia granulari che in polvere.

Il piano di sviluppo aziendale, che tiene conto delle esigenze attuali di mercato, si focalizzerà nell’implementazione della rigenerazione di macchine ed impianti al fine di razionalizzare ed ottimizzazione i costi e consentire ai clienti l’opportunità di riconvertire e rigenerare, nel minor tempo possibile, le proprie macchine permettendo un notevole risparmio in termini economici.

Perseguendo l’orientamento al cliente Sermat continuerà ad agire in una logica di collaborazione e di attenzione funzionale e dinamica al servizio post-vendita.